Storia della emittente

 

 
La Radio Internazionale di Serbia è l’unica stazione radiofonica che tramite le onde corte trasmette i suoi programmi in tutte le parti del mondo, in dodici lingue – italiano, inglese, francese, tedesco, russo, spagnolo, arabo, albanese, greco, ungherese, cinese e serbo.

La trasmissione dei programmi all’estero da questi territori è cominciata l’8 marzo del 1936, nell’allora Regno di Jugoslavia, e il motivo diretto per la fondazione di una stazione radio sulle onde corte, era il bisogno di opporsi alla propaganda fascista. Nel novembre del 1941, durante l’occupazione di Belgrado nella Seconda guerra mondiale, ha iniziato a trasmettere la JUGOSLAVIA LIBERA, che fino al 1945 aveva trasmesso i programmi dalla città Ufa sugli Urali. A partire dal 1945, il programma per l’estero viene trasmesso nell’ambito della Radio Belgrado. Con la decisione del Governo della Repubblica Popolare Federativa di Jugoslavia, è stata fondata la RADIO JUGOSLAVIA, che con questo status ha lavorato fino al gennaio del 1954, quando Radio Belgrado ha ripreso la trasmissione dei programmi all’estero. La decisione sulla fondazione dell’organizzazione informativa lavorativa "Radio Jugoslavia" è stata presa il 26 gennaio 1977, mentre la radio, da istituzione separata, inizia la sua attività il 2 febbraio 1978.

Radio Jugoslavia – Radio Internazionale di Serbia dal marzo 1997 dispone anche di una sua presentazione Internet. Sul sito www.radioyu.org si possono sentire quotidianamente i programmi in sei lingue – serbo, inglese, francese, tedesco, russo e spagnolo; e seguire i programmi in forma scritta in dodici lingue - italiano, inglese, francese, tedesco, russo, spagnolo, arabo, albanese, greco, ungherese, cinese e serbo.

Il programma nazionale della Radio Jugoslavia – Radio Internazionale di Serbia, YU Radio, è stato fondato il 9 marzo 1991, nel momento in cui erano in atto grandi proteste cittadine. Negli anni Novanta YU Radio era una delle stazioni radio più liberali, e i suoi programmi fra i più ascoltati a Belgrado.

La stazione mantiene regolari contatti con gli ascoltatori dal paese e dall’estero. Nella redazione arrivano alcune migliaia di lettere all’anno, da tutte le parti del mondo. Nella realizzazione dei programmi sono impegnati circa 190 dipendenti.